• 0583 469085
  • segreteria@notaio-destefano.it
  • Via di Tempagnano n.150/a - LUCCA
  • 0583 469085
  • segreteria@notaio-destefano.it
  • Via di Tempagnano n.150/a - LUCCA

L’iscrizione dell’ipoteca richiede l’intervento del Notaio con la firma di un apposito contratto

  • Studio Notarile - Francesco De Stefano
TORNA INDIETRO:

L’iscrizione dell’ipoteca richiede l’intervento del Notaio con la firma di un apposito contratto.

Il  “contratto di mutuo” che consente l’iscrizione dell’ipoteca,  sarà lo strumento  necessario per incidere sui Registri Immobiliari (quei registri dello Stato dai quali risulta la proprietà del patrimonio immobiliare) ed indicare, in modo che sia visibile a tutti, che un dato bene immobile è gravato da ipoteca. L’ipoteca seguirà il bene a prescindere da chi ne sia il proprietario e consentirà alla banca, nell’ipotesi in cui il prestito non fosse restituito puntualmente, il totale recupero del credito.

L’ipoteca viene iscritta per una somma pari al doppio o ad una volta e mezzo l’ammontare del mutuo. Questa apparente anomalia non deve trarre in inganno. L’ammontare dell’iscrizione ipotecaria non indica la somma che si è tenuti a restituire!!! In realtà l’istituto deve recuperare non solo l’importo netto del mutuo il capitale ma, anche gli interessi eventualmente non pagati nonchè le spese legali sostenute per il recupero della somma; quindi, il credito della banca potrebbe essere sensibilmente più alto rispetto all’originario ammontare. Ciò spiega perchè un’iscrizione ipotecaria fatta per lo stesso importo del mutuo non sarebbe idonea a garantire il credito della banca.

La necessità che la banca recuperi l’intero suo credito è assicurato anche da un’altra particolarità dell’ipoteca: nell’ipotesi in cui il credito della banca superi, a seguito del sommarsi di arretrati e spese, l’importo per il quale l’ipoteca fu originariamente iscritta, quest’ultima si intende automaticamente aumentata fino a coprire la somma effettivamente dovuta a prescindere da una nuova iscrizione ipotecaria. Questo automatismo è sintetizzato nell’espressione CLAUSOLE DI INDICIZZAZIONE, spesso ricorrente nei contratti di mutuo.